Sette nuove posizioni a cui aderire travel green list liberando gli inglesi dalla quarantena

Una variante di Covid identificata per la prima volta in Sud Africa “potrebbe essere più infettiva” di tutte le altre mutazioni identificate finora, avvertono gli scienziati.

Il ceppo C. 1.2 è stato rilevato da scienziati in Sud Africa nel maggio di quest’anno e si pensa che abbia il potenziale per eludere i vaccini coronavirus.

Dopo essere stata identificata in Sud Africa, la variante è stata trovata in Inghilterra, Cina, Repubblica Democratica del Congo, Mauritius, Nuova Zelanda, Portogallo e Svizzera. Gli scienziati hanno collegato il ceppo a “maggiore trasmissibilità” e si dice che sia la variante più mutata che è stata rilevata finora da quando il virus è stato scoperto a Wuhan, in Cina, l’anno scorso.

Il ceppo C. 1.2 ha un tasso di mutazione di circa 41,8 mutazioni all’anno, secondo gli esperti dell’Istituto nazionale sudafricano per le malattie trasmissibili e della piattaforma di innovazione e sequenziamento della ricerca KwaZulu-Natal.

Questo è quasi il doppio dell’attuale tasso di mutazione globale per qualsiasi altra variante di coronavirus di preoccupazione (VOC) che è stata trovata fino ad oggi.

I ricercatori hanno scoperto un aumento mensile del numero di genomi C. 1.2 in Sud Africa, che è aumentato dallo 0,2% a maggio all ‘ 1,6% a giugno. Questo è aumentato di nuovo a luglio a 2.0.

Anche le varianti Alfa, Beta e Gamma hanno mostrato brevi periodi di aumento costante delle mutazioni, con gli scienziati che hanno scoperto che 14 mutazioni in quasi il 50% delle varianti avevano una sequenza C. 1.2.

Si pensa che questa capacità di mutare costantemente potrebbe aiutare il virus a eludere gli anticorpi forniti dal vaccino Covid-19, riducendo così l’immunità.

Gli scienziati hanno pubblicato i risultati sulla rivista scientifica Nature, scrivendo: “Descriviamo e caratterizziamo un lignaggio SARS-CoV-2 recentemente identificato con diverse mutazioni di picco che probabilmente sono emerse in una grande area metropolitana in Sud Africa dopo la prima ondata dell’epidemia, e poi si sono diffuse in più località all’interno di due province vicine.

“Mostriamo che questa stirpe si è rapidamente espansa e diventata dominante in tre province, nello stesso momento in cui c’è stata una rapida rinascita delle infezioni.

“Sebbene l’importazione completa delle mutazioni non sia ancora chiara, i dati genomici ed epidemiologici suggeriscono che questa variante ha un vantaggio selettivo—da una maggiore trasmissibilità, fuga immunitaria o entrambi.

“Questi dati evidenziano l’urgente necessità di riorientare la risposta sanitaria pubblica in Sud Africa sulla guida di trasmissione fino a livelli bassi, non solo per ridurre i ricoveri e le morti, ma anche per limitare la diffusione di questo lignaggio e l’ulteriore evoluzione del virus.”

Covid ceppo è tra 10 varianti nel Regno Unito
Public Health England ha rivelato che il ceppo C. 1.2 è tra le varianti di coronavirus 10 attualmente monitorate dagli scienziati nel Regno Unito.

Un altro ceppo sudafricano, soprannominato B. 1. 351, è stato scoperto dagli scienziati in uno studio in aprile che aveva il potenziale per “sfondare” la protezione fornita dal vaccino Pfizer.

I ricercatori hanno confrontato quasi 400 persone che erano risultate positive al Covid-19 14 giorni o più dopo aver ricevuto una o due dosi del jab contro lo stesso numero di persone che erano malate del virus e non vaccinate.

I risultati hanno mostrato che il vaccino sembrava essere meno efficace contro la variante B. 1.351, dopo che la variante è stata trovata tra molti di coloro che avevano ricevuto due dosi.

I risultati suggeriscono che la variante è, “in una certa misura”, in grado di “sfondare la protezione del vaccino”.

Tuttavia, i ricercatori hanno affermato che la prevalenza del ceppo B. 1.351 tra quelli testati era bassa, il che significa che non si è diffuso ampiamente nella popolazione.

Questo articolo è originariamente apparso sul nostro sito gemello, NationalWorld.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *