Film medievali ambientati nel Pacifico

-

Il nostro tour mondiale di film ambientati nel periodo medievale ci porta nel Pacifico – la cattiva notizia è che non sembrano essere molti. La buona notizia è che premiano una visione!

Rapa-Nui (1994) è ambientato in una data di pre-contatto non specificata sull’isola di Pasqua. Risale quindi a prima del 1722, quando gli europei raggiunsero per la prima volta l’isola di Pasqua e potrebbe non essere tecnicamente medievale. Come abbiamo visto, tuttavia, molte culture pre-contatto persistevano per lunghi periodi relativamente invariati nel periodo medievale. E così, in alcuni casi, tali film presentano un’immagine di quelle culture come sarebbero apparse nel periodo medievale.

Il film è stato diretto da Kevin Reynolds, il suo primo film dal 1991 di Robin Hood: Prince of Thieves (Rapa-Nui è stato prodotto anche dal suo Robin Hood, Kevin Costner). Reynolds ha anche scritto il film. Aspetti della rappresentazione della storia del film sono stati messi in discussione anche se diverse parti di esso sono state ben attestate (il culto di Birdman, la deforestazione dell’isola). Moai ci sono anche se la ricerca in corso in Moai può rendere la teoria del loro significato (per placare gli dei) obsoleto. In effetti, la ricerca sull’isola di Pasqua continua a sollevare nuove teorie, specialmente in questa epoca di cambiamenti climatici.

Il conflitto tra le classi (o tribù) di persone, gli Hanau epe ‘orecchie lunghe’ e gli hanau momoko ‘orecchie corte’, deriva da una controversa leggenda sull’isola, anche se ci sono prove (contestate) di una battaglia datata intorno al 1676. Secondo la leggenda le orecchie corte uccisero tutte tranne una delle orecchie lunghe. C’è una guerra qui con lance e mazze ed è relativamente ben fatto nel contesto di una rivolta di classe tribale. Il film ha utilizzato un gran numero di isola del Pacifico e soprattutto attori Maori (ad eccezione dei tre membri del cast principale – Noro interpretato da Jason Scott Lee di Hawaiian/cinese discesa, Make interpretato da Esai Morales di portoricano discesa, e Ramana interpretato da Sandrine Holt di cinese/francese discesa). Le tecniche di combattimento sembrano belle anche se è impossibile sapere se sono accurate.

Sfortunatamente, Rapa-Nui è stato un terribile flop, severamente criticato dai recensori e non ha nemmeno fatto back 1 milione sul suo budget di budget 20 milioni. La sfortuna di Kevin Reynolds continuò – il suo prossimo film fu Waterworld (1995) (sempre con Kevin Costner) che costò (e perse) ancora più soldi; anche 187 persero soldi nel 1997. Reynolds ha fatto meglio con Il conte di Monte Cristo (2002) ma i suoi più grandi successi sono arrivati in televisione con Hatfields & McCoys (2012) e Risen (2016). Lo incontreremo di nuovo quando vedremo un particolare (ma affascinante) gruppo di film sul mito di Tristano e Isotta (il suo film è uscito nel 2006).

Il film Disney like Moana (2016) ha aspetti della cultura polinesiana medievale e della guerra al suo centro. La figura di Maui pone Moana in un regno folcloristico, ma, in diverse culture insulari del Pacifico, ha un ambiente storico specifico (e anche se i racconti di Maui, presenti in quasi tutte le culture polinesiane, variano notevolmente). L’esplorazione del mare polinesiano ha attraversato un tempo notevolmente lungo, da circa 1500 AC a circa 1100 DC e l’esplorazione al centro di Moana è medievale. Ci sono collegamenti anche con la cultura hawaiana, e i polinesiani raggiunsero le Hawaii nel 400-500 d. C. La casa di Moana di Motonui è fittizia anche se salpa su una canoa outrigger camakau delle Fiji (e, per gli attenti, un Motonui è menzionato in Rapa-Nui). L’importanza delle donne come capi e navigatori si riflette anche nella realtà di molte culture polinesiane.

I produttori erano sensibili all’accuratezza culturale e formarono un trust per assicurarsi di rispettare la cultura polinesiana; ciò ha comportato l’alterazione di diversi aspetti del film. L’accuratezza nelle tecniche di pesca, costruzione e agricoltura è facilmente mancata (anche se la saggezza precoce della gestione delle risorse della sua isola da parte di Moana è importante). Ci sono diversi aspetti della guerra polinesiana presenti da tatuaggi e vestiti a danze di guerra. L’Haka Maori è la più nota delle danze di guerra polinesiane, ma anche i guerrieri hawaiani eseguivano un’Haka, i tongani un Sipi Tau, i figiani un Cibi e i samoani uno Siva Tau. C’è un video del 2011 della squadra nazionale di rugby della Nuova Zelanda che esegue la tradizionale Haka Maori alla loro opposizione, la squadra nazionale di rugby delle Fiji che poi esegue il Cibi in risposta. È un passaggio del tempo molto medievale su un campo sportivo moderno.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *